Quali sono i benefici dell’olio di canapa?

Quali sono i benefici dell’olio di canapa?

CONDIVIDI

L’olio di canapa, o olio di semi di canapa, è un rimedio naturale molto conosciuto. I sostenitori del suo utilizzo riportano aneddoti e altri riferimenti per dimostrare che possieda proprietà curative. Affermano infatti che l’olio di canapa sia utile per una grande varietà di problemi di salute, dal contrastare l’acne al rallentare al curare il cancro e rallentare l’avanzare di patologie cardiache e morbo di Alzheimer.

Alcune di queste affermazioni, comunque, non sono ancora state comprovate dalla ricerca medica.

Ad ogni modo, i dati disponibili sembrano indicare che l’olio di canapa potrebbe essere utile per il trattamento di alcuni problemi di salute, come le infiammazioni e alcuni disturbi della pelle. Queste proprietà sono principalmente dovute al suo contenuto di acidi grassi polinsaturi essenziali (PUFA), come ad esempio Omega-3 e Omega-6.

Gli acidi grassi, che si assumono attraverso il cibo, sono essenziali per il normale funzionamento di alcuni meccanismi del nostro corpo. L’olio di canapa contiene gli acidi grassi Omega-6 e Omega-3 nella proporzione di 3:1. Questa è proprio la proporzione che spesso viene indicata come ideale.

L’olio di canapa è anche una grossa fonte di acidi gamma-linolenici (GLA), un tipo di acidi grassi Omega-6.


Olio di canapa e infiammazione

Uno studio del 2011 suggerisce che integrare la dieta con Omega-3, come quelli contenuti nell’olio di canapa, aiuta a ridurre l’infiammazione. L’infiammazione può contribuire alla comparsa di alcune patologie, come il cancro e i problemi cardiaci.

Olio di canapa e disturbi della pelle

Alcune ricerche indicano che gli Omega-3 e gli Omega-6 contenuti nell’olio di canapa potrebbero essere molto efficaci nel trattamento di svariati disturbi della pelle, quali:

  • Acne. Uno studio del 2014 sostiene che l’olio di canapa (olio da fitocannabinoidi non psicoattivo) è un rimedio super efficace e adatto a tutti per trattare l’acne. Lo studio afferma anche che sono necessari ulteriori test clinici per riuscire a beneficiare di tutti i vantaggi dell’olio di canapa;
  • Eczema. Nel 2005 è stato condotto uno studio per 20 settimane, e si è arrivati alla conclusione che integrare la dieta con olio di canapa aiuta a curare i sintomi dell’eczema;
  • Psoriasi. Uno studio del 2015 fa notare che per curare la psoriasi potrebbe essere utile integrare l’alimentazione con acidi grassi Omega-3. Lo studio suggerisce di abbinarli a vitamina D topica, fototerapia a raggi UVB e retinoidi per via orale;
  • Lichen planus. Un articolo uscito nel 2014 indicava che l’olio di canapa può essere usato con buoni risultati per trattare le infiammazioni della pelle dovute al lichen planus, una malattia rara.

Questo articolo del 2014 suggerisce inoltre che l’olio di canapa può rinforzare le difese della pelle, rendendola più resistente ad attacchi virali, batteri e infezioni fungine.


Olio di canapa e sindrome premestruale e menopausa

Uno studio del 2011 suggerisce che a causare i disturbi fisici ed emotivi collegati con la sindrome premestruale potrebbe essere la sensibilità all’ormone prolattina, che a sua volta pare correlata a bassi livelli della prostaglandina E1 (PGE1).

Gli acidi gamma-linoleici (GLA) contenuti nell’olio di canapa stimolano la produzione di PGE1.

Lo studio ha dimostrato che assumendo 1 grammo di acidi grassi (nel quale sono inclusi 210 mg di GLA) le donne in sindrome premestruale hanno notato una significativa diminuzione di sintomi e disturbi.


Menopausa

Uno studio del 2010 condotto sui ratti ha indicato che l’olio di canapa è in grado di contrastare alcune complicazioni legate alla menopausa, probabilmente a motivo dell’elevato contenuto di GLA.

L’olio di canapa è un antibatterico

Uno studio del 2017 sulle proprietà antibatteriche dell’olio di canapa ha rilevato che quest’olio può inibire l’attività di molti tipi di batteri, come ad esempio lo stafilococco aureo (Staphylococcus aureus).

Lo stafilococco aureo è un batterio pericoloso che può provocare la polmonite e gravi infezioni della pelle, delle ossa e delle valvole cardiache.


L’olio di canapa è estratto dalla stessa pianta della marijuana?

Canapa e marijuana sono due varietà diverse di una pianta (cannabis sativa) che appartiene al genere Cannabis.

L’olio di canapa si ottiene pressando a freddo i semi raccolti da piante di canapa coltivate industrialmente. Queste piante contengono una percentuale quasi nulla di tetraidrocannabinolo (THC), il composto psicoattivo che causa gli effetti allucinogeni legati alla marijuana.

Oltre agli acidi grassi essenziali, l’olio di canapa contiene anche vitamine, minerali e amminoacidi. L’olio di canapa si può sia assumere per via orale che applicare sulla pelle.


Per tirare le somme

Anche se l’olio di canapa è piuttosto popolare e anche se alcune ricerche hanno indicato che può produrre dei benefici per la salute, prima di assumerlo come integratore o di applicarlo sulla pelle chiedi consiglio al tuo medico.

Il tuo medico ti fornirà altre informazioni importanti sull’olio di canapa e potrà informarti sugli effetti che potrebbe avere sulla tua salute o su altri medicinali che stai assumendo.