Peli incarniti: i rimedi per sbarazzarsene

Peli incarniti: i rimedi per sbarazzarsene

CONDIVIDI

Uno dei problemi che affliggono le donne, ma spesso anche gli uomini, sono i peli incarniti. Questi possono comparire per vari motivi e talvolta non è facile liberarsene. In questo articolo ci siamo posti l’obiettivo di selezionare alcuni rimedi naturali che vi aiuteranno a liberarvi di quei fastidiosi peli sottopelle.

Cos’è nello specifico un pelo incarnito? Questo fenomeno si verifica quando il pelo non riesce ad uscire dalla pelle. Il pelo cresce, ma non riesce a uscire fuori. Se questo trova un poro ostruito, allora continua a crescere sottopelle creando disagi e dolore. Il pelo incarnito porta purtroppo anche alla formazione di brufoli, piccole cisti che, oltre a essere doloranti, sono anche sgradevoli da un punto di vista estetico. Se l’area non viene trattata, si possono anche verificare delle follicoliti. La follicolite non è altro che un’infezione che può anche lasciare qualche cicatrice.

Negli uomini, il pelo incarnito si manifesta soprattutto sul viso, mentre nelle donne questo fenomeno fa la sua comparsa su gambe, inguine e ascelle. La causa è costituita spesso dall’epilazione. Usare il rasoio facilita la comparsa di peli incarniti e, quindi, anche di brufoli. Anche la ceretta può causare la comparsa del pelo sottopelle, per colpa di eccesso di sebo e cellule morte. La colpa si può attribuire anche a vestiti troppo stretti che non fanno respirare la pelle, ma anche alcuni tipi di cosmetici che sfruttano sostanze comedogeniche. Per contrastare il problema, si possono utilizzare vari rimedi naturali.

Un metodo molto efficace prevede di effettuare regolarmente degli scrub. Per realizzare il vostro scrub mescolate in una ciotola 3 cucchiai di sale marino integrale grosso, 3 gocce di olio essenziale di bergamotto, 3 gocce di olio essenziale di tea tree e 20 ml di olio di oliva. Quando fate la doccia, massaggiate il composto su gambe, ascelle e inguine. Poi passate al risciacquo. Lo scrub può essere ripetuto due volte alla settimana. Se dove esfoliare la pelle del viso, sostituite il sale marino con lo zucchero di canna grezzo.

L’acido salicilico è ottimo perché dotato di azione esfoliante, che aiuta a rimuovere i peli sottopelle. L’acido è venduto in forma di creme da utilizzare su viso e corpo, basta andare in farmacia.

Il guanto di crine ci dà una mano a rimuovere tutte le cellule morte della pelle e a liberare così i pori. Utilizzatelo per massaggiare la vostra pelle almeno due volte alla settimana. Utilizzatelo solo sul corpo e non sul viso, altrimenti irriterete la pelle.

L’acido glicolico è un’altra sostanza molto utile, dotata di proprietà esfolianti. Per l’acquisto recatevi in farmacia o in erboristeria e fatevi consigliare sul prodotto più adatto alla vostra pelle.

Infine, la pinzetta è un ottimo strumento per rimuovere manualmente il pelo incarnito. Ricordatevi però di sterilizzare la pinzetta e di non accanirvi se non riuscite a estrarlo.