Seitan: i benefici e come cucinarlo

Seitan: i benefici e come cucinarlo

CONDIVIDI

Il seitan è un prodotto che viene utilizzato soprattutto nelle diete vegetariane, ma chiunque può mangiarlo perché è davvero ottimo per il nostro organismo. In questo articolo vogliamo scoprire insieme a voi quali sono i benefici e come possiamo cucinarlo.

Il seitan è un ottimo prodotto sia per chi sta seguendo una dieta vegetariana, sia per chi invece sta cercando di perdere peso. Il prodotto è valido per abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e anche per chi soffre di pressione alta. È sconsigliata l’assunzione a chi soffre di diabete e di celiachia perché il seitan deriva dal glutine e perché ha alti livelli glicemici.

Il seitan è ricco di proteine, quindi è un valido sostituto della carne. Inoltre è povero di grassi, per questo si adatta bene ad una dieta ipocalorica. Consigliamo comunque di associarlo ad altri alimenti perché non contiene molte vitamine.

Il seitan si può trovare nei supermercati in varie tipologie: può essere al naturale, affumicato, aromatizzato e così via. Altrimenti si può prepararlo direttamente in casa. Di seguito la ricetta:

In un recipiente aggiungete 1 kg di farina di manitoba da impastare con dell’acqua. Manipolate fino a ottenere un impasto morbido. Realizzate un panetto e utilizzate della pellicola per ricoprirlo. Lasciatelo riposare nel vostro frigorifero per un’ora. Passato il tempo necessario, impastate il panetto all’interno di una ciotola con dell’acqua fredda. Ripetete il procedimento cambiando l’acqua fino a che questa non sarà totalmente limpida. A questo punto date una forma al panetto e copritelo con un panno pulito. Utilizzate dello spago per legarlo alle due estremità.

Cuocete il seitan per un’ora. Mettetelo in una pentola con dell’acqua insieme a sale, origano, salsa di soia, rosmarino, una carota, un cipollotto e una costa di sedano tagliati. Raggiunta la cottura lasciate raffreddare dentro l’acqua. Il seitan può essere conservato per alcuni giorni direttamente in frigo.

Ora che abbiamo capito come realizzare il seitan, è arrivato il momento di capire come cucinarlo.

Il seitan può essere fritto oppure cotto in forno o sulla griglia. Di seguito vi riportiamo una ricetta gustosa. Buon appetito!

Lasagne con sugo di seitan e funghi

Ingredienti per 4 porzioni:

– 1 spicchio di aglio

– 500 grami di lasagne senza uova

– 350 grami di seitan

– 800 grammi di salsa di pomodoro

– 300 grammi di funghi champignon

– 1 cipolla

– 1 carota

– 1 costa di sedano

– rosmarino

– tofu

– mezzo bicchiere di vino rosso

– olio extravergine di oliva

Ingredienti della besciamella:

– farina

– 1 litro di latte di soia

– 150 grammi di burro di soia

Realizzate un soffritto con cipolla, sedano, carota e olio evo e condite con sale e rosmarino. Aggiungete poi i funghi tagliati finemente. Quando i funghi saranno morbidi, aggiungete il seitan tritato finemente. Sfumate con del vino rosso. Aggiungete la salsa si pomodoro e condite con sale e pepe a piacimento e mescolate bene. La salsa deve cuocere per 40 minuti, mescolate spesso e coprite con coperchio.

Per la besciamella dovete cuocere a fuoco basso il latte di soia con il burro. Il burro di soia si deve sciogliere completamente. A questo punto aggiungete a filo la farina e mescolate bene, a fuoco spento.

Ora prendete una pirofila e stendente uno strato di sugo, il primo strato di lasagne e di nuovo uno strato di besciamella e uno di sugo. Create i vari strati fino a raggiungerne almeno tre con la pasta. A questo punto aggiungete sulla superficie del tofu grattugiato e infornate per 40 minuti a 170°.